Category Archives: Vivere a Londra

I Trasporti Pubblici a Londra, Oyster e Travel Card.

Trasporto pubblico a Londra

Londra ha una delle più grandi e ben strutturate reti di trasporto pubblico al mondo, che collega 32 circoscrizioni tramite numerosi bus, tram, il network metropolitano e il trasporto fluviale.

Muoversi in questa città può essere complicato, però con qualche accorgimento ti sarà possibile visitare tutti i luoghi che preferisci di Londra risparmiando sui costi dei trasporti pubblici.

Argomenti dell’articolo

La storia della tube di Londra

La mappa di Londra

Come Risparmiare sui trasporti pubblici a Londra

Inoltre abbiamo scritto delle guide per raggiungere il centro di Londra dagli aeroporti

La metropolitana a Londra

Il logo della Underground, la metro di Londra

Il segnale delle metro di Londra

La metropolitana, in inglese the underground o più comunemente chiamata the tube permette spostamenti rapidi e collega perfettamente ogni punto della città. Oltre alla sua funzionalità, essa è diventata un simbolo di Londra.

Il font utilizzato (Jhonston), la sua segnaletica, ed il ripetitivo monito degli altoparlanti “Mind the gap between the train and the platform” diffuso in ogni sua stazione hanno reso la metropolitana, parte integrante dell’esperienza di visitare o vivere nella capitale del Regno Unito.

Inoltre, Londra fu la prima città al mondo ad adottare un sistema metropolitano.

La prima metropolitana del mondo fu costruita a Londra

La prima città al mondo ad essersi dotata di una rete metropolitana è stata Londra, nel lontano 1863.

Voluta dall’allora sindaco Charles Pearson, esso fu spinto dalla necessità di gestire il caos per le vie del centro della città, causato dalla mancanza di interscambio tra le varie stazioni ferroviarie.

Nel 1860 venne così costruita la Metropolitan Railway Company, che ha dato il nome alla prima linea metropolitana del mondo, attiva ancor oggi: la Metropolitan Line, la linea color magenta.

Inizialmente la metropolitana a Londra seguiva tratte a cielo aperto e funzionava a vapore, solo nel 1890 fu introdotta la prima linea sotterranea funzionante tramite energia elettrica.

La rete metropolitana di Londra

La rete metropolitana londinese si compone di 12 linee a cui si aggiungono la linea ferroviaria DLR, Docklands Light Railway, utile per raggiungere le zone ad est e a sud-est di Londra e la LO, London Overground, gestita dalla compagnia TFL, Transport for London, servizio ferroviario urbano che si distribuisce capillarmente su tutta la città con oltre 112 stazioni.

La metropolitana è attiva dalle 5.00 del mattino fino a mezzanotte da lunedì a sabato e di domenica con un numero ridotto di passaggi.

Consultare gli orari della metropolitana di Londra

Gli orari ufficiali ed aggiornati della metropolitana di Londra sono consultabili presso il sito ufficiale dellaTransport For London.

È necessario selezionare il mezzo di trasporto, tra bus, rete metropolitana e ferroviaria, trasporto fluviale e funivia della Emirates Air Line, di cui si vuole conoscere la tabella oraria.

In seguito scegliere la linea desiderata cliccando sopra l’icona che la rappresenta, selezionare la stazione di partenza dal menù a tendina (from) e la stazione di arrivo (to) ed infine premere il pulsante (show timetable).

Si potranno selezionare, infine, il giorno e l’orario in cui si vorrà effettuare il viaggio e compariranno le diverse soluzioni orarie possibili.

La mappa del trasporto pubblico a Londra

La città di Londra è divisa in 9 zone, nella zona 1 e 2 si trovano la maggior parte delle attrazioni turistiche.

Il sistema tariffario del trasporto pubblico londinese si basa su questa divisione per zone, pertanto è importante conoscere in quale zona si trova il proprio punto di partenza e in quale quello di arrivo affinché non si incorra in spiacevoli situazioni. La multa per titolo di viaggio irregolare può ammontare da un minimo di £80 ad un massimo di £1000 e una condanna penale.

È possibile conoscere la zona della stazione ricercata consultando una cartina del trasporto pubblico a Londra affisa sul muro di ogni stazione della metropolitana, prendendo gratuitamente una cartina in formato cartaceo disponibile ad ogni fermata, oppure consultandola o scaricando la cartina ufficiale delle Metro di Londra.

La mappa della rete di di trasporti pubblici londinese fu ideata da Harry Beck, disegnatore britannico, nel 1933 nel classico design che ancora oggi la caratterizza e la rende riconoscibile in tutto il mondo.

Foto di un Double-Decker Bus, autobus a due livelli di londra

Un Double-Decker Bus

Trasporti Londra: prezzi.

Il costo del biglietto standard per usufruire del trasporto pubblico a Londra cambia a seconda della stazione di partenza e di quella di arrivo, quindi se ci si muove tra zone, per esempio dalla zona 1 alla zona 6 oppure all’interno solo di una zona.

La tariffa per un biglietto standard per muoversi all’interno di un’unica zona, sia che si tratti della zona 1 che della zona 6, è di £4.90, potendo usufruire di tutti i mezzi della rete del trasporto pubblico londinese.

Se ci si muove tra zone i prezzi differiscono e possono essere consultati tramite il Single Fare Finder (lingua Inglese).

Come risparmiare sul costo dei trasporti pubblici a Londra

Se si effettuano diversi viaggi giornalmente sulla rete metropolitana londinese è possibile risparmiare sul costo del biglietto standard, pagando con carta contactless, tramite smartphone oppure tramite Oyster Card o Visitor Oyster Card, per i turisti, o acquistando una Travel Card.

Oyster Card, Travel Card o Contactless, qual’è la migliore?

Tempo di Permanenza Distanza dei Viaggi Numero di Viaggi Per giorno Carta da prendere
Breve Variabile Molti Visitor Oyster Card
Breve  Zona 1-3 Molti Travel Card
Lungo Variabile Variabile Oyster Card o Contactless

La risposta a questa domanda dipende da quanto tempo si ha intenzione di rimanere a Londra e quanto frequentemente si useranno i mezzi pubblici.

Se si ha intenzione di rimanere qualche giorno per visitare la città e i sobborghi di Londra e si prevede di effettuare numerosi viaggi, allora una Visitor Oyster card è la soluzione più adeguata.

La Travel Card, l'abbonamento a tempo dei mezzi pubblici di Londra

La Travel Card è la soluzione più economica per vacanze di durate brevi in cui avete pianificato i vostri tragitti

Si puo comprare e ricevere ancora prima di partire, acquistandola online e una volta arrivati a Londra si sarà già pronti per utilizzarla senza fare la fila in aereoporto o in stazione.

Inoltre la Visitor Oyster card prevede numerosi sconti su tantissime attrazioni, negozi, ristoranti ed eventi.

Se invece si prevede di effettuare un numero di viaggi variabili, la Oystercard o la carta contactless sono la soluzione perfetta. Si possono ricaricare facilmente online e grazie al daily cap, ovvero in italiano il tetto massimo che si può raggiungere di costo giornaliero, si potrà viaggiare gratis superata quella cifra e se non ci si arriva si spenderà meno del costo di un biglietto giornaliero.

Le Travel Card sono invece adatte per chi si muove per lo più sempre all’interno delle stesse zone e prevede di effettuare spostamenti oltre le 4 volte al giorno, visto il loro costo fisso.

La Oyster Card è la soluzione più conveniente se non si sa bene quanti viaggi fare ed in quali zone

Pagare tramite carte contactless

Un modo per risparmiare sul costo del biglietto standard per usufuire dei mezzi pubblici londinesi è quello di pagare tramite carta contactless, purché sia valida nel Regno Unito.

Le carte contactless o smart card, sono delle carte di credito o debito che non richiedono l’inserimento in un lettore per effettuare il pagamento, ma solo l’avvicinamento.

Per pagare la tratta desiderata tramite carta contactless, basta avvicinarla al card reader giallo presente ai tornelli della metro in entrata e uscita e sui bus e tram solo in entrata, come mostrato in questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=QinGP0TaCCU

Pagando tramite carta contactless il costo del biglietto standard è di £2.90 invece che di £4.90.

Inoltre, il vero vantaggio dell’utilizzare una carta conctactless come metodo di pagamento è il tetto giornaliero, settimanale, mensile previsto. Infatti una volta superato questo tetto, i viaggi risulteranno gratuiti.

Pagare con lo smartphone

È, inoltre, possibile pagare tramite lo smartphone e godere degli stessi vantaggi economici previsti per le carte contactless.

Per utilizzare il proprio telefono come mezzo di pagamento, bisogna scaricare l’applicazione Android Pay App o Apple Pay App, a seconda del device posseduto, creare un account e inserire il proprio numero di carta di credito o debito, dal quale si vogliono far prelevare i soldi per il pagamento del biglietto.

Per pagare la tratta desiderata basta avvicinare, come per le carte contactless, il proprio telefono al lettore di carte giallo presente ai tornelli in entrata e in uscita in metro e solo in entrata su bus e tram.

Attenzione al card clash, il conflitto di carte

Il card clash, in italiano il conflitto di carte, è un inconveniente che si può verificare quando vengono tenute nella stessa borsa, a stretto contatto, carte magnetiche come le contactless e la Oyster card.

In pratica, nel momento in cui viene avvicinata la carta al lettore di carte giallo, con il quale si vuole effettuare il pagamento per il viaggio, esso non la riconosce nel caso in cui il lettore mostri una luce rossa, oppure nel caso mostri una luce verde, preleva del denaro dall’altra carta e non quella che si è passata sul lettore.

Le carte ricaricabili Oystercards

Le Oyster cards rappresentano il modo più semplice per usufruire dei mezzi pubblici a Londra.

Le Visitor Oyster cards e Oyster cards sono delle carte elettroniche che possono essere ricaricate ed essere utilizzate su tutta la rete del trasporto pubblico londinese, in metro, sulla linea ferroviaria DLR, sul servizio di bus fluviali MBNA, su tutta la rete ferroviaria della London Overground e sulla maggior parte dei treni nazionali che passano per Londra.

Come funzionano la Oyster card e la Visitor Oyster card? Come si ricaricano?

La Stazione degli Autobus di Victoria Station

È molto semplice utilizzare questa gamma di carte elettroniche per viaggiare sulla rete urbana di trasporto londinese.

Innanzitutto per utilizzarle bisogna assicurarsi che ci sia credito sufficiente per la tratta desiderata. Nel caso non fosse abbastanza, è possibile ricaricarle:

  • attraverso le macchinette automatiche presenti alle stazioni della metro, della DLR, della London Overground e nella maggior parte delle stazioni della ferrovia nazionale (National Rail stations);
  • in più di 4000 negozi ed edicole autorizzate alla vendita e alla ricarica delle Oyster cards;
  • presso le biglietterie della London Overground;
  • presso i terminal della Emirates Air Line.

Una volta che la carta contiene sufficiente credito per poter effettuare il viaggio, basta semplicemente accostare la carta al lettore di carte giallo ai tornelli della metro o all’interno dei bus o dei tram.

Perché comprare una Visitor Oyster Card? Dove può essere acquistata?

La Visitor Oyster card è una carta dei trasporti prepagata, ideata per i turisti per poter utilizzare facilmente i mezzi pubblici di Londra e usufruire di numerosi sconti.

Se acquistata prima ancora di arrivare nella city, permette di risparmiare tempo, dato che è possibile riceverla via posta ed è pronta per essere utilizzata, evitando così lunghe file alle biglietterie in aereoporto con valigia e stanchezza del viaggio.

È circa il 50% più economica di una Travel Card o dell’acquistare biglietti singoli; dato che è previsto un tetto giornaliero, sopra il quale, i viaggi sono gratuiti, escludendo solamente gli spostamenti effettuati tramite bus fluviali.

Sono previsti, per i possessori di Visitor Oyster Card, numerosi sconti in ristoranti, negozi, eventi e per l’utilizzo della funivia della Emirates Air Line.

È possibile acquistare la Visitor Oyster card ancora prima di arrivare a Londra cliccando qui, e riceverla a casa, altrimenti in aereoporto.

Per due giorni è consigliabile acquistare quella da £20, per una settimana quella da £50.

Qual è la differenza tra Visitor Oyster Card e Oyster Card?

La Visitor Oyster Card e la Oyster Card funzionano esattamente nello stesso modo, la differenza sostanziale è che la Oyster Card non prevede alcuna promozione o sconto, costa £5, rimborsabili se restituita.

La visitor Oyster Card è acquistabile anche da chi non è residente nel Regno Unito ancora prima che metta piede sull’isola, mentre la Oyster Card è acquistabile ed è possibile riceverla a casa solo se si ha residenza nel Regno Unito.

Funziona e si ricarica esattamente come la Visitor Oyster Card.

Le Travel Card

Le Travel card sono dei biglietti- abbonamento con un prezzo fisso che permettono, una volta timbrati, di viaggiare su tutta la rete urbana, eccetto i bus fluviali, illimitatamente sino alla scadenza.

Esistono diversi tipi di Travel Card: il giornaliero (1-day Travel Card), il settimanale (7-days Travel Card), il mensile (1-month Travel Card), l’annuale (1-year Travel Card) e l’abbonamento ad un periodo variabile che va oltre il mese e non supera l’anno (odd period – Travel Card).

Per quanto riguarda il giornaliero ci sono due possibilità di acquisto, il Anytime Day Travel Card , il quale può essere utilizzato per tutto il giorno, dal momento in cui viene convalidato, fino alle 04.30 del mattino del giorno dopo; altrimenti il Off-peak Day Travel Card, che consente di viaggiare, dopo le 09.30 del mattino, una volta finita l”ora di punta, per questo si chiama off peak, ed è valido fino alle 04.30 del mattino del giorno dopo.

Il 1-day Travel card è disponibile solo in formato cartaceo, mentre le altre soluzioni possono essere caricate sopra la Oyster card.

Le Travel Card non sono valide per il trasporto fluviale, tuttavia diverse compagnie offrono lo sconto del 30% per chi ne possiede una.

Infine, la Emirates Air Line offre, ai possessori di una Travel Card, uno sconto del 25 % per una corsa singola sulla loro funivia.

Da Gatwick a Londra centro e viceversa

Da Gatwick a Londra Centro

I collegamenti dell’aereporto di Gatwick

Per andare dall’aeroporto di Gatwick a Londra, è possibile prendere il Gatwick Express (treno), usare l’autobus, oppure scegliere il taxi.

L’aeroporto di Londra Gatwick (LGW) è il secondo per grandezza della città ed è tra i più efficienti nel mondo, mettendo a disposizione aerei che raggiungono più di 200 destinazioni in 90 paesi, servendo oltre 35 milioni di passeggeri ogni anno.

L’aeroporto di London Gatwick si trova a 45km a sud di Londra ed ha due terminal, uno a nord e uno a sud, entrambi con diversi negozi, uffici per il cambio valuta, punti di informazione e servizi per i bagagli.

I Collegamenti Gatwick-Londra

Raggiungere il centro di Londra dall’aeroporto di Gatwick con il Gatwick Express e e viceversa

Ci sono diversi treni per andare da Gatwick a Londra.

Il Gatwick Express (con Orari)

Il treno Gatwick Express è il modo più veloce. Ogni 15 minuti parte una corsa no stop dal terminal sud dell’aeroporto per la stazione di Victoria Station, nel pieno centro della città.

Il Gatwick Express prevede corse quotidianamente dalle 4.35 del mattino all’1.35 di notte.

Il viaggio dura circa 30 minuti.

Scarica qui gli orari del Gatwick Express.

Nel consultare gli orari, riferisciti alla prima pagina per gli orari dei treni da Londra Victoria a Gatwick.

Guarda invece la seconda pagina per gli orari da Gatwick a Londra Victoria.

La linea Southern

Altrimenti è possibile viaggiare con la linea ferroviaria Southern, la quale mette a disposizione un servizio regolare di treni per raggiungere l’aeroporto di Gatwick da Londra e viceversa.

Raggiungere la Metro da Gatwick con Thameslink

Anche la linea ferroviaria Thameslink prevede treni diretti dall’aeroporto di Londra Gatwick per le stazioni della città: Blackfriars, City Thameslink, Farringdon e la stazione di St Pancras international, attaccata alla stazione della metro King’s Cross in pieno centro di Londra.

Raggiungere il centro di Londra dall’aeroporto di London Gatwick con l’autobus e viceversa

È possibile andare da Gatwick a Londra anche con il servizio navetta.

Ci sono diverse compagnie che offrono questo servizio, tra cui Easybus e la National express. Entrambe offrono la tratta da Gatwick a Victoria Station.

Le fermate dei bus da Gatwick per Londra si trovano al di fuori dei due terminal nord e sud.

Ogni mezzora è prevista una corsa no-stop (senza fermate) di circa 1 ora e 20 minuti, a seconda del percorso che seguirà la compagnia di trasporto prescelta.

È possibile acquistare il documento di viaggio nella biglietteria dell’aeroporto, online oppure a bordo.

Da Gatwick a Londra in taxi

Tendenzialmente ci sono sempre taxi disponibili presso l’aeroporto per raggiungere la città.

Si consiglia di chiedere all’autista quanto verrà a costare il viaggio, prima di partire e di incorrere in brutte esperienze. La tabella con le tariffe medie è visionabile cliccando qui.

Altrimenti è possibile prenotare un taxi una volta arrivati in aeroporto o prima di arrivare a Londra. Sul sito dei Transport for London si può prendere visione dei numeri di tutte le compagnie che operano nella città e possono portarvi da Gatwick a Londra centro.

Quanto mi costa vivere a Londra?

Eccoci alla domanda più popolare: Quanto mi costa vivere a Londra?

Affitti, spesa, abbonamenti ai mezzi pubblici, cocktail ecc…

Prima di tutto bisogna considerare che il costo della vita è relativo ogni persona è diversa e ha il suo personale modo di vivere.

Cerchiamo di fare chiarezza: Londra è carissima ma ci sono tantissimi modi per risparmiare e miti da sfatare: vediamo quali sono e cerchiamo di capire quanto mi cosa vivere a Londra!

Quanto mi costa vivere a londra per quanto riguarda la spesa?

Benvenuti a Londra, visita Londra in 1 ora.

Quanto-mi-costa-vivere-a-londra?

Cosa mi compro al supermercato? Questa è la domanda che affligge tutti quei ragazzi che iniziano a vivere da soli.

Non è assolutamente vero che a Londra il cibo costa tantissimo se sai dove andarlo ad acquistare…Non comprarlo mai nei negozietti ma vai diretto alle grandincatene dei supermercati: il risparmio è garantito.

Ecco un elenco di quelli più importanti e a nostro avviso più convenienti per rispondere alla domanda quanto mi costa vivere a londra?

Sono classificati dal più economico al più costoso.

Il compromesso migliore per qualità e prezzo è a nostro avviso Sainsbury’s con una veloce occhiata al loro sito potete farvi un’idea anche sui prezzi in tempo reale.

Ricordatevi! Lo shopping on-line è diffusissimo a Londra e potrete fare la spesa direttamente dal siti con consegna a casa per pochissime Sterline…una vera fortuna per chi non ha la macchina e ha il supermercato a 20/30 minuti a piedi.

Una chicca:

La frutta e la verdura i loro prezzi a volte ci spaventano e ci confondono:

” Ma costa davvero così tanto? ” Quanto mi costa vivere a londra?”

Un consiglio: i negozi spesso chiudono alle 24:00 o sono h24, dopo le 22:00 mettono degli sconti su molti prodotti fino all’80%. Potete risparmiare molte Sterle.

 

Tasse sullo stipendio

download (21)Grazie al cielo qui a Londra è diverso dall’Italia e funziona meglio, sembra di essere nel futuro…Se vuoi fare una stima di quanto dovrai pagare annualmente di tasse ed eventualmente pagarle questo link vi semplificherà la vita: https://listentotaxman.com/ Fatene buon uso!

 

Basta impostare pochi  parametri e vi “svelerà” quante tasse dovete pagare e come sono ripartite. Ecco un buona soluzione anche per pianificare riguardo a quanto mi costa vivere a Londra.

 

Le tasse devono essere pagate da coloro che percepiscono un salario annuo lordo superiore alle 10.000£.

Ricordati! Quando ci viene offerto un lavoro il salaro proposto è sempre annuo e lordo. In più In inghilterra non esiste tredicesina, quattordicesima e TFR.

 

Affittola-casa

Londra è senza alcun dubbio la città più cara in Inghilterra per quanto riguarda gli affitti…

Quanto mi costa vivere a londra per quanto riguarda l’affitto?

Easy London offre alloggi economici ed ubicati in zone centrali, convenienti per chiunque venga a Londra per lavorare, studiare o semplicemente per godersi la città.

Sistemazioni economiche di qualità pagando solamente 2 settimane di affitto in anticipo + 1 settimana di deposito cauzionale. I prezzi comprendono: consumi per il riscaldamento + acqua + elettricità, tassa municipale per l’alloggio (Council Tax), manutenzione e riparazione, accesso ad Internet Wi-fi.

La maggior parte delle residenze ed ostelli forniscono il servizio lavanderia e negli ostelli sono presenti anche sale TV in comune con gli altri inquilini.

Potrete lasciare il vostro alloggio con una sola settimana di preavviso o trasferirvi in un’altra delle nostre residenze, ad esempio se volete avvicinarvi al vostro posto di lavoro o se volete condividere l’alloggio con i vostri amici: abbiamo un’ampia gamma di posti letto (più di 2000) in zone centrali.

Il deposito versato sara’ rimborsato al momento del check out o verra’ trasferito in caso di trasloco in una nostra diversa residenza (la restituzione del deposito e’ soggetta all’assenza di danni causati dall’inquilino).

I nostri alloggi si distinguono in ostelli (con capienza da 50 a 100 persone) e residenze (da 12 a 25 posti letto). La maggior parte delle residenze e degli ostelli piccoli hanno un custode mentre gli ostelli grandi hanno una reception aperta 24h su 24.

Le camere in condivisione hanno una capienza massima di 6 posti letto (non abbiamo dormitori affollati!).

La cucina attrezzata e’ utilizzabile 24h su 24, inoltre nelle residenze e negli ostelli piccoli e’ gia’ fornita di una serie di utensili come posate, piatti e pentole.

Consigliamo vivamente di portare con sé un set di biancheria da letto; piumino e cuscino verranno forniti dal management della residenza. In caso di emergenza (ad esempio per chi dimentica di portare le proprie lenzuola e/o nel caso tutti I negozi fossero chiusi) ci saranno a disposizione per l’acquisto dei set completi (non sarà tuttavia possibile acquistare singoli pezzi separatamente)

Ogni ospite avrà uno spazio assegnato in un guardaroba.

Non vengono forniti gli asciugamani.

 

download (22)Trasporti

I mezzi pubblici londinesi sono cari. La tube é capillare, c’é sia la underground che la overground, moltissime linee di bus, treni, ect. praticamente l’automobile qui a Londra non serve, ma i prezzi degli abbonamenti sono davvero importanti!

Qualcuno si compra una bicicletta, ma Londra é vasta, vastissima, e a meno che non abbiate casa-lavoro abbastanza vicini e vivate senza MAI uscire e andare oltre tot chilometri, ecco che avrete al 99% bisogno di utilizzare i mezzi pubblici londinesi.

Al 90% farete un abbonamento mensile che copra le zone 1-3, perché magari avete casa nella zona 3 e lavorate nella zona 2 o 1. Da come potete vedere il mensile sono £144 mentre l’annuale e di oltre £1500! Parlando in euro al cambio odierno stiamo parlando di circa 197 Euro per il mensile, e di circa 2000 Euro per l’annuale!

 

Per qualsiasi informazioni e domande il nostro ufficio a Milano (Via Generale Giusoppe Govone 30)  è aperto da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30 al numero: 02 66804020 oppure via mail: milano@easylondon.it

 

 

Hai Domande? Contattaci e prenota la tua consulenza gratuita e senza impegni!

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Puoi anche venirci a trovare!    

Il nostro ufficio è a Milano in Via G. Govone 30 – 20155 Milano

dal1989

La A.C. Easy London è un’associazione giovanile costituitasi nel 1989 per favorire scambi culturali e turistici fra giovani appartenenti alla Comunità Economica Europea; siamo presenti in 5 regioni: Lazio, Piemonte, Lombardia, Campania, Sicilia. Leggi la storia

L’associazione è iscritta all’Albo Regionale del Lazio per le associazioni operanti a livello nazionale ed è in possesso dell’autorizzazione di esercizio delle attività turistiche in deroga alla legge quadro per il turismo L.R. 27/01/2000 n. 10.

BIGLIETTO SOLO ANDATA PER VIVERE LONDRA, I GIOVANI FANNO LE VALIGIE

Easy London, associazione nata per favorire gli scambi tra i giovani europei, ci racconta a cosa vanno incontro gli immigrati italiani che partono per vivere Londra, alla ricerca di un futuro milgiore

Vivere Londra una sfida possibile?

La storia si ripete. E così, come prima i nostri nonni o i nostri bisnonni lasciavano il loro paese alla volta della fortuna americana, oggi moltissimi partono verso l’estero, alla ricerca di un nuovo futuro. E una delle mete più ambite in assoluto è vivere Londra.

Ogni due giorni atterra sul suolo inglese un aereo – probabilmente di una compagnia low cost – pieno zeppo di ragazzi del nostro Bel Paese che hanno eletto il Regno Unito a loro nuova patria. C’è chi parte in cerca di nuove esperienze, o chi per trovare un lavoro, che a casa non trova; c’è chi parte per motivi di studio o chi, alla fine di tutto, in Italia non ci voleva più stare. Motivi diversi, tutti nobili, che muovono intere masse di “cervelli in fuga”, quelli che potrebbero – e dovrebbero – essere messi in risalto nel nostro Stato. Ma che non lo sono. E allora, pronte le valigie, si parte.

I dati parlano chiaro – e fanno riflettere. In questi ultimi due anni, 2014 e 2015, gli italiani residenti all’estero sono aumentati di 155.000 unità (mentre sono “solo” 92.000 immigrati arrivati nel nostro Paese). E la cosa più rilevante è che non si tratta di partenze occasionali: sono ben 89.000 i nostri connazionali che hanno deciso di cancellarsi dall’anagrafe del loro comune di residenza per avere la possibilità di iscriversi in un comune straniero. Di queste 155.000 unità che hanno lasciato l’Italia, 57.600 persone si sono trasferite a vivere Londra – questi dati, pubblicati sul quotidiano conservatore Daily Telegraph e confermati dall’Istituto di Statistica di Londra (Ons), si riferiscono a quanti hanno ottenuto il “National Insurance number” (che sarebbe l’equivalente del nostro codice fiscale) indispensabile per poter lavorar nella capitale inglese, diventata ormai la “terra promessa” degli italiani.

Si sente dire spesso “Londra è tutta magica, non le manca nulla”; purtroppo però non sempre è tutto rosa e fiori. A cosa vanno incontro gli immigrati italiani a Londra?
Noi de Il Giornale Digitale abbiamo chiesto un parere a chi, con questi giovani in partenza, ci lavora. Abbiamo incontrato Easy London, un’associazione, con principale sede a Milano, che aiuta questi giovani in partenza a realizzare i loro sogni di vivere Londra

Piccadilly Circus, vista di notte

Piccadilly Circus
vivere londra

Buongiorno. Innanzitutto, per rompere il ghiaccio, ci vuole raccontare qualcosa di Easy-London?

L’associazione Easy London è nata nel 1989 per favorire i contatti e gli scambi culturali fra i giovani dell’Unione Europea ed in particolare il trasferimento ed il soggiorno dei ragazzi italiani in Inghilterra e nei paesi di madrelingua inglese.

Di cosa vi occupate concretamente?

La nostra agenzia gestisce alloggi per giovani e studenti, ed offre una serie di servizi utili all’inserimento e all’ambientamento nella realtà londinese, soprattutto nella fase iniziale del soggiorno durante la quale sorgono le maggiori difficoltà.

Per organizzare il tutto, che genere di contatti avete a Londra?

Abbiamo innanzitutto un’agenzia corrispondente a Londra, dove è presente anche personale italiano, con la quale abbiamo da anni un rapporto di collaborazione e di reciproca esclusiva. In questo contesto l’agenzia di Londra fornisce anche un’assistenza per trovare un lavoro procurando dei contatti e dei colloqui/interview di lavoro, dando informazioni e supporto nell’espletamento di pratiche necessarie per poter lavorare, e fornendo più in generale quella formazione di base necessaria per potersi inserire nel mondo del lavoro londinese. Questa assistenza per il lavoro vale per tutto il tempo necessario ai ragazzi per rendersi autonomi anche se le opportunità lavorative alle quali si può accedere con l’aiuto della nostra agenzia corrispondente sono tutte mansioni semplici nell’ambito dei locali pubblici e del settore ristorativo-alberghiero, utili soprattutto nella prima fase di ambientamento in modo da “rompere il ghiaccio” mantenendosi almeno nelle spese irrinunciabili. Qualche occasione di lavoro più stabile ed interessante si può fornire a ragazzi che abbiamo una competenza in questi settori, soprattutto ragazzi giovani provenienti dalle scuole alberghiere italiane o comunque già dotati di una certa formazione ed esperienze professionale in questi ambiti.

Abbiamo poi anche dei corrispondenti in Irlanda, sia per vacanze studio, principalmente Swan Training Institute, un’ottima scuola di inglese situata nel cuore di Dublino, che in estate offre anche soggiorni studio per “junior” ma viceversa accoglie anche studenti over 30, sia per sistemazioni come ragazza “au-pair”, l’agenzia SK Dublin, che pensiamo di poter dire con una certa sicurezza che è la più nota economica e seria agenzia “au-pair” in Irlanda.

Quante sono le persone (soprattutto giovani) che ogni giorno vi contattano perché quello che vogliono è solo fare le valigie e partire? Ci può fornire qualche numero?

Nel 2014 l’Easy London ha avuto circa 700 iscrizioni, per l’80% si tratta di ragazzi che sono partiti per vivere Londra.

Avete delle percentuali da fornirci su coloro che restano in UK rispetto a quelli che lasciano Londra per tornare a casa o per trasferirsi in altri Paesi?

big-ben-326702_960_720

vivere Londra

È difficile fornire un dato dettagliato rispetto ai diversi periodi di permanenza però grosso modo si possono indicare queste percentuali: il 25/30% dei ragazzi partono con l’obbiettivo di un trasferimento definitivo, il 50% per un soggiorno fra i 3 ed i 6 mesi, il 20/25% per periodo brevi o comunque inferiori ai 3 mesi.

L’italiano a Londra, dopo il trasferimento, ha facilità nell’adattamento alla sua nuova casa? Solitamente, come si mantiene il soggiorno a Londra – città che ha notoriamente un elevato costo di vita?

Sicuramente l’impatto con la realtà di vivere Londra è duro ed impegnativo e richiede forti motivazioni, spirito di adattamento ed un carattere già “solido”.
Nell’ambito lavorativo vi è sicuramente l’aspetto positivo della mentalità inglese informale e flessibile per cui un 18/20enne italiano che si presenti bene e che appaia motivato viene assunto senza problemi, almeno per un periodo di prova, quindi vi sono molto meno pregiudizi rispetto alla mentalità con cui spesso i ragazzi si scontrano in Italia quando cercano la loro prima occupazione. Detto questo vi è però poi molta competitività e quindi, in particolar modo all’inizio del rapporto di lavoro, si viene messi particolarmente sotto pressione per verificare le proprie capacità.
Altrettanta duttilità e capacità di adattamento vengono richieste per l’alloggio, dato che per mantenersi con uno stipendio iniziale di 220/270 sterline nette a settimana occorre vivere in un alloggio economico ed in condivisione ed è chiaro che il “salto” da casa propria ad un sistemazione in cui magari 2 bagni si condividono con 10/12 persone e la stanza con altri 2/3 ragazzi è impegnativo ed all’inizio per alcuni talvolta anche abbastanza traumatico. Queste difficoltà iniziali vengono però nella grande maggioranza dei casi dalla possibilità data da un contesto del genere fin dal momento dell’arrivo di conoscere altre persone, socializzare e sperimentare nuovi rapporti di amicizia.

Qual è il fattore decisivo che spinge molti a scegliere di vivere Londra piuttosto che un’altra destinazione?

Londra non è certo il pese dei balocchi. Lavorare 40/50 ore a settimana per pagarsi un ostello, l’esoso abbonamento ai mezzi pubblici e fare una spartana spesa settimanale, centellinando con i compagni di stanze le scarse risorse, non è certo una vacanza spensierata. Però Londra offre l’opportunità di mettersi in gioco, anche se è un gioco che richiede carattere e spirito di sacrificio, oltre ad una forte predisposizione alla socialità, ai rapporti umani ed al superamento di quella condizione di “autismo” che spesso caratterizza la vita dei giovani nella nostra realtà quotidiana.

Cosa manca all’Italia? Cosa spinge tutti quei giovani a partire per l’estero?

La differenza fondamentale con la realtà italiana, ed è l’aspetto di vivere Londra che affascina e seduce ancora tanti ragazzi, è, secondo noi, proprio questa: la possibilità di mettersi alla prova e di costruirsi con entusiasmo, spirito combattivo e tanta fatica la propria strada. Al contrario l’impressione è che, al di là dei concreti problemi sociali ed occupazionali che pure esistono e non possono essere sottovalutati, la principale mancanza che i ragazzi soffrono in Italia è proprio quella dell’assenza di occasioni per poter esser presi sul serio e poter dimostrare le proprie capacità.
Concluderei dicendo che i ragazzi che si rivolgono ad Easy London smentiscono clamorosamente il cliché del ragazzo italiano pigro e bamboccione accreditato con insistenza in questi anni dalla retorica (pseudo)politica.

Articolo di Miriam Tagini

Qui potete trovare l’intervista sul Giornale Digitale: Intervista alla Easy London

Se vuoi avere maggiori informazioni su come la Easy London può aiutarti a vivere Londra puoi leggere questa pagina che riguarda lavorare a Londra oppure puoi chiamarci in ufficio da lun a ven al numero: 02 66804020. Risponde Andrea e potrai risolvere ogni tuo dubbio riguardo vivere a Londra.

 

Hai Domande? Contattaci e prenota la tua consulenza gratuita e senza impegni!

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Puoi anche venirci a trovare!    

Il nostro ufficio è a Milano in Via G. Govone 30 – 20155 Milano

dal1989

Easy London il modo migliore per vivere Londa

La A.C. Easy London è un’associazione giovanile costituitasi nel 1989 per favorire scambi culturali e turistici fra giovani appartenenti alla Comunità Economica Europea; siamo presenti in 5 regioni: Lazio, Piemonte, Lombardia, Campania, Sicilia. Leggi la storia

L’associazione è iscritta all’Albo Regionale del Lazio per le associazioni operanti a livello nazionale ed è in possesso dell’autorizzazione di esercizio delle attività turistiche in deroga alla legge quadro per il turismo L.R. 27/01/2000 n. 10.

Antonio e la sua esperienza di lavoro a Londra: Londra solo andata.

Antonio e la sua esperienza di lavoro a Londra

Ecco cosa ci racconta della sua esperienza di lavoro a Londra: “E pensare che ero pieno di paure ed insicurezze… adesso sono una persona realizzata! Sono partito con Easy London per Londra, città affascinante e dalle mille opportunità. A fronte di qualche giorno d’incertezza iniziale, nonostante i problemi con la lingua, in poco tempo grazie all’aiuto di tutti, sono cresciuto, ho un lavoro a Londra che mi piace tantissimo e riesco ad affrontare situazioni prima impensabili. La mia paga settimanale aumenta di settimana in settimana, in proporzione all’acquisizione di nuove competenze.

Antonio-aiuto-chef-mlqjofgz4mlfyelhelr1wf3v1ybdb82w7pleihxqd4

Antonio e la sua esperienza di lavoro a Londra

Per mia fortuna non ho avuto problemi durante il mio arrivo, ma l’essere consapevole di poter contare sempre su Easy London ha permesso a me e alla mia famiglia di vivere ancora più serenamente questa esperienza. Sognavo di vivere in un ambiente giovane, innovativo, internazionale! Easy London mi ha accolto come uno di loro: avevo splendidi coinquilini, che non mi hanno mai fatto sentire solo, sempre pronti a starmi vicino. Nella scuola in cui ho studiato l’ambiente internazionale era fantastico e grazie a tutte le attività organizzate sono riuscito ad integrarmi totalmente con studenti di tutto il mondo. I legami che si creano sono davvero forti
Un’esperienza che consiglio a tutti: grazie Easy London”

 

Cosa pensi di questa esperienza di lavoro a Londra?

“Sono arrivato a Londra in piena estate: molti dubbi, qualcosa che non andava nella mia vita e la decisione di cambiare aria e provarci.
Mi avevano parlato molti amici di Londra, come la città dei cambiamenti e di poter trovare quello che cercavo: Un lavoro, indipendenza e anche fare un esperienza divertente.
Mi sono affidato a Easy London, ero un po’ indeciso se fare da solo o farmi aiutare da un organizzazione che comunque opera da vari anni a Londra e che ha aiutato tanti ragazzi e ragazze a inserirsi. Tutti mi hanno detto che i primi tempi sono abbastanza duri : da soli, un ambiente che non conosci, la lingua che parli poco, insomma mi spaventava fare da solo l’emigrante.

Il primo aspetto positivo di Easy London e avere prenotato un alloggio in un appartamento condiviso con ragazzi e ragazze. Una soluzione economica e principalmente coinvolgente: Non mi sono mai sentito solo anzi mi è sembrato di trovare gli amici della scuola, tutti erano già inseriti , lavoravano, studiavano e conoscevano Londra e mi hanno aiutato con tantissimi consigli.

 

antonio-a-londra

Antonio nei nostri alloggi e la sua esperienza di lavoro a Londra

Il secondo aspetto positivo è che tutto si è verificato secondo quanto mi era stato spiegato in Italia: I costi e anticipi ( solo a Londra nulla in Italia !) quanto stabilito e scritto nel voucher.

Il servizio per l’inserimento nel mondo del lavoro è stato perfetto.
La terza sorpresa è stato il modo rapido in cui ho trovato lavoro a Londra. Il breve colloquio di presentazione e poi la prova per vedere cosa sapessi fare ; la sera stessa mi hanno assunto e ho potuto firmare il contratto. A differenza di quanto accade solitamente mi hanno pagato mensilmente lasciandomi un po’ nella m… perché l’attesa busta paga tardava ad arrivare, i soldi che avevo scarseggiavano ed avevo dei dubbi su di quanto sarebbe stata.
Sapevo e anche chi è qui con me nella casa me lo confermava, in UK non si hanno sorprese: C’è una tariffa retributiva minima,ed è tutto in regola.
Infatti la prima paga è stata quella prevista: a Luglio ho preso £ 833,33 (sterline), ma la sorpresa è stato il mese dopo ad Agosto quando ho scoperto che il mio lavoro era stato molto apprezzato e la mia paga quasi raddoppiata: £1588,38 (sterline).
Qui è cosi: Non aspettarti raccomandazioni o favoritismi, se funzioni e t’impegni, apprezzano moltissimo la tua serietà e non aspettano anni per riconoscerti un aumento di stipendio.
Ho già ricevuto altre offerte di lavoro ma sto valutando,perché l’ambiente che ho trovato mi piace ed è positivo ma Londra mi dicono mi offrirà sempre qualcosa di più.
Che dirvi, metto una foto delle mie 2 buste paga e la mia e mail per chi vuole contattarmi riguardo alla mia esperienza di lavoro a Londra , cosi potrò spiegargli in amicizia tutto il resto e, sono anche su FB!
Vi aspetto,un affettuoso saluto a tutti e a presto… Take it Easy ( London)”

antonio-a-londra2 (1)

Busta paga dell’ esperienza di lavoro a Londra di Antonio

                        Articolo di: Maurizio Catena

Hai Domande? Contattaci e prenota la tua consulenza gratuita e senza impegni!

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Puoi anche venirci a trovare!    

Il nostro ufficio è a Milano in Via G. Govone 30 – 20155 Milano

dal1989

Dal 1989 siamo il tuo supporto per l’ esperienza di lavoro a Londra

10 buoni motivi per andare a vivere a Londra

Londra è una città magica, non solo ti offrirà delle grandi emozioni, ma ti darà anche la possibilità di crescere e di migliorarti grazie alle mille opportunità che offre
Abbiamo scelto dieci motivi che caratterizzano questa meravigliosa città:

  • 1) SI TROVA LAVORO: trovare lavoro e ovviamente fare carriera non è difficile, il mondo del lavoro si basa sulla MERITOCRAZIA! Basta mettercela tutta!
  • 2) IMPARI L’INGLESE: oggi l’inglese è la lingua più diffusa nel mondo, ed è parlato, oltre che in Gran Bretagna e Stati Uniti, in più di quaranta nazioni nel mondo
  • 3) PARCHI, PARCHI e ancora PARCHI: Londra e’ la città con più spazi verdi al mondo, e che spazi verdi! Ogni singolo centimetro verde, viene curato e sfruttato nel miglior modo possibile. Ci sono un numero infinito di parchi, in qualsiasi zona potete essere certi di trovarne due o tre nelle vostre vicinanze.
  • 4) THE TUBE (underground): è la più vecchia al mondo eppure é tra le più efficienti!
  • 5) I BUS : i bus rossi a due piani sono un’icona, la maggior parte di questi svolgono anche il servizio notturno a tutte le ore del giorno e della notte, con tempo di attesa medio di 4 minuti!
  • 6) DIVERTIMENTO ED EVENTI: ogni giorno ci sono un numero illimitato di cose da fare:  spettacoli teatrali, musicali, artistici in grado di soddisfare qualsiasi esigenze. Si è soliti dire: “Se non lo trovi a Londra, forse non esiste”
  • 7) I MUSEI SONO  GRATIS: alcuni di questi sono tra i più importanti al mondo
  • 8)  LA SANITÁ Il servizio sanitario inglese è gratuito per tutti i cittadini dell’Unione Europea come anche tutti gli interventi di pronto soccorso e addirittura alcuni medicinali
  • 9) IRONIA: gli inglesi sono innegabilmente un popolo simpatico talvolta inconsapevolmente.
    630x355Come non essere impazienti di prendere la metro al mattino, sapendo che potrebbe aspettarci un cartello con stravaganti comunicazioni all’ entrata?

 

 

  • 10 EASY LONDON: beh ovviamente ci siamo noi, EASY LONDON da 25 anni il punto di riferimento per tutti i giovani italiani che vogliono andare a Londra!